Da accostare alle classiche terapie

Essendo il Reiki una metodologia di trattamento naturale, esso non può e non intende in alcun modo sostituire l’importante funzione diagnostica e terapeutica della medicina, della psicologia e della psichiatria.

Il metodo Reiki è uno straordinario strumento di cura alternativa che rientra in una concezione olistica dell’Uomo e che è in grado di affiancare efficacemente qualsiasi cura o terapia ufficiale. Chi inizia un ciclo di trattamenti o di terapie Reiki viene invitato a continuare a seguire alla lettera tutte le indicazioni e prescrizioni che gli derivano dal proprio medico curante. Spetta solamente a quest’ultimo determinare una diagnosi, decidere la cura ufficiale, prescrivere dei farmaci o stabilirne l’interruzione d’assunzione. L’operatore Reiki non mancherà di segnalare al fruitore del trattamento l’opportunità di approfondire alcune eventuali problematiche attraverso visite mediche specialistiche.

Un clima di serena collaborazione – scevra di qualsivoglia competizione, e nel pieno rispetto delle reciproche competenze – tra medicina ufficiale e medicina alternativa, o naturale, non può che costituire un concreto vantaggio per la persona che di tali servizi fruisce.